Fonte Salutare
Fonte Salutare
Olio su tela, 70 x 100 cm, 2007
Ritorna in Italia per frequentare l’Accademia di Belle Arti di Napoli con il maestro Emilio Notte ed il prof. Ferdinando Bologna, approfondendo lo studio degli affreschi Pompeiani...
Leggi ancora
Sente il bisogno di ritornare a New Y ork, dove rimane per tre anni, entrando in contatto con i grandi maestri M. Rothko, J. Pollock...
Leggi ancora
Vince una borsa di studio della Tiffany Foundation, alla “National Academy School of Fine Art” di New York. Frequenta i corsi del maestro R. Brainin, allievo di M. Chagall, inserendosi a pieno titolo nella grande scuola artistica newyorchese...
Leggi ancora

Ultimi lavori inseriti

Questi sono alcuni degli ultimi quadri del maestro inseriti sul sito. Per visualizzare l'intera collezione di opere, entrate nella galleria!

L'arte oltrepassa i limiti nei quali il tempo vorrebbe comprimerla, e indica il contenuto del futuro. (Kandisky)

IL MAESTRO

Gennaro J. Calabrese, ricco di fantasia e di capacità pittoriche, ha più volte cambiato genere di pittura, passando dal figurativo all’astratto e viceversa, ma il suo linguaggio resta sostanzialmente inalterato, giacché costanti sono il tono infuocato della sua tavolozza e la lacerante tensione espressiva del suo colore percorso da una continua carica energetica.
Gennaro Calabrese

Gennaro Calabrese

Pittore
La sua pittura informale è ricca di echi ed immagini, che hanno la propria origine nelle occulte profondità dell’inconscio e che perciò è permeata di componenti oniriche. Dal momento in cui schiaccia il tubetto di colore sulla tela, entra in una condizione intermedia tra veglia e sonno, quasi estasi, affidandosi unicamente all’istinto. Ne scaturisce una sorta di violenta reazione all’astrattismo costruttivista, che si fondava sul valore assoluto della forma, attinge ispirazione e contenuti esclusivamente dall’interno e la sua pittura finisce per diventare un trionfo inconscio del soggetto sull’oggetto. Kandinsky diceva che l’arte è espressione di una necessità interiore.
43800

Ore di Lavoro

13920

Litri Di Colore

20

Paesi Del Mondo

100

Apprezzato Dalla Critica Internazionale

Estratti dalla Critica

Le parole del silenzio Se mi si chiedesse di definire con una parola sola il mondo pittorico di Calabrese non avrei esitazione a dire: il silenzio. Ma come il silenzio, quanto più é assoluto, si nutre, per chi sappia intenderlo, d’infinite voci sotterranee, questo di Gennaro Calabrese é un silenzio popolato da una moltitudine di voci tanto più coinvolgenti e perentorie quanto più appaiono mimetizzate in una sorta di ieracità che non lambisce solo i volti o le figure umane ma si estende anche agli oggetti e al paesaggio.

Michele Prisco

Artista

Raccogli la tua anima gettata per le onde e per i dossi dagli oceani e i continenti pellegrina per il mondo sofferente dove i bianchi e i neri fatti d’amore non trovano amore e mendicanti pace. Raccogli la tua anima in una sera quando della coppa di buon vino assumi col sangue della terra il dolore del mondo e così sia, Gennaro dei due mondi.

Antonio Uliano

A Gennaro Calabrese

Rimanda alla sostanza genetica di quel contesto archeo-logico di cui il pittore si riconosce erede in dignità interpretativa: quella qualità quidditas spiritualis. E per lui un punto di riferimento al quale commisurare le valenze delle “proposte” umane del suo tempo.

La Lettura di Gennaro Calabrese

Seo